Petrolio, crisi energetica e clima

Cercando di salvare la sua agenda ambientale, il presidente Biden sta valutando la possibilità di dichiarare un’emergenza climatica nazionale non appena questa settimana, secondo il Washington Post. La decisione potrebbe reindirizzare i fondi per progetti di energia pulita e limitare le perforazioni offshore, o addirittura ridurre il movimento di combustibili fossili a bordo di navi, treni e gasdotti. Biden potrebbe anche utilizzare il Defense Production Act per aumentare la produzione di prodotti e sistemi di energia rinnovabile, sebbene qualsiasi azione esecutiva affronterebbe la realtà dei prezzi elevati del gas, nonché una probabile sfida giudiziaria.

Contesto: Joe Manchin del West Virginia – un democratico il cui voto è necessario per approvare la legislazione in un Senato equamente diviso – ha dichiarato la scorsa settimana di non poter sostenere nuove spese per il cambiamento climatico a causa dell’elevata inflazione record. Ciò ha effettivamente condannato il Build Back Better Act di Biden, che sperava di investire più di $ 500 miliardi in nuovi programmi per ridurre le emissioni e supportare nuove tecnologie come i veicoli elettrici. Manchin in seguito ha espresso disponibilità a discutere la spesa per il clima dopo la pubblicazione degli indicatori economici per l’estate, ma molti democratici temono che sarà difficile far approvare la legislazione dopo la pausa del Congresso ad agosto.

“Probabilmente non c’è niente di più importante per la nostra nazione e il nostro mondo che per gli Stati Uniti per guidare una transizione audace ed energetica nella loro economia energetica dai combustibili fossili alle energie rinnovabili”, ha detto ai giornalisti il ​​senatore Jeff Merkley (D-OR). “Questo svincola anche il presidente dall’attesa che il Congresso agisca”.

Prospettive: le cose si stanno svolgendo mentre una punitiva “cupola di calore” scende sugli Stati Uniti centrali, provocando l’estate più calda mai registrata per alcune aree. Questa settimana sono state osservate temperature record anche in parti dell’Europa occidentale e nelle isole britanniche, innescando incendi boschivi e centinaia di morti legate al caldo. I piani climatici del continente sono già stati sconvolti a causa di una crisi energetica innescata dall’invasione russa dell’Ucraina, mentre Gazprom (OTCPK:OGZPY) ha appena dichiarato forza maggiore su alcune forniture di gas all’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *