BlackBerry azioni

BlackBerry

BlackBerry è listata sul Nasdaq sotto la sigla: BB

📊 Investi in Black Beerry su eToro

Il titolo BlackBerry (NYSE: BB) è sceso del -18% negli ultimi cinque giorni di negoziazione e ha sottoperformato l’ S&P 500, che è sceso di circa l’1% nello stesso periodo.

Anche il titolo è sceso di quasi il -20% negli ultimi dieci giorni di negoziazione.

Tuttavia, BlackBerry è ancora in rialzo di un solido 60% da inizio anno, guidato da un rally di oltre il 100% a gennaio.

Mentre parte del recente declino probabilmente provata dalla notizia che Ford avrebbe abbandonato il software di infotainment QNX di BlackBerry dai suoi veicoli a partire dal 2023, a favore di una nuova piattaforma sviluppata da Google, sembra essere principalmente tecniche.

BlackBerry Limited è una multinazionale canadese specializzata in software aziendale e Internet of things

Originariamente noto come Research In Motion (RIM), ha sviluppato il marchio BlackBerry sui cercapersone, smartphone e tablet interattivi.

È passata a una società di software e servizi aziendali sotto la guida dell’amministratore delegato John S. Chen.

I suoi prodotti sono utilizzati da varie aziende, case automobilistiche e agenzie governative.

Includono le soluzioni di sicurezza informatica tracciabili sull’intelligenza artificiale di:

  • Black Berry Cylance
  • Black Berry AtHoc Emergency Communication System (ECS)
  • Sistema operativo in tempo reale QNX
  • Black Berry Enterprise Server (BlackBerry Unified Endpoint Manager), una piattaforma UEM (Unified Endpoint Management).

Black Berry è stata fondata nel 1984 come IResearch in Motion da Mike Lazaridis e Douglas Fregin.

Nel 1992, Lazaridis ha assunto Jim Balsillie, entrambi sono stati co-CEO fino al 22 gennaio 2012, fin quando Thorsten Heins è diventato presidente e CEO.

Nel novembre 2013, John S. Chen ha assunto la carica di CEO.

La sua strategia iniziale era quella di subappaltare la produzione a Foxconn e di concentrarsi sulla tecnologia software.

La sua strategia include la creazione di partnership di licenza con produttori di dispositivi come TCL Communication e l’unificazione del portafoglio software di BlackBerry.

Research In Motion Limited è stata fondata nel marzo 1984 da Mike Lazaridis e Douglas Fregin, dove a quel tempo, Lazaridis era uno studente di ingegneria presso l’Università di Waterloo mentre Fregin era uno studente di ingegneria presso l’Università di Windsor.

Nel 1988, RIM è diventato il primo sviluppatore di tecnologia dati wireless in Nord America e la prima azienda al di fuori della Scandinavia a sviluppare prodotti di connettività per le reti di comunicazione dati a commutazione di pacchetti wireless Mobitex.

Nel 1990, RIM ha introdotto il DigiSync Film KeyKode Reader.

1991, RIM ha introdotto il primo convertitore di protocollo Mobitex.

L’ anno dopo, cioè nel 1992, RIM ha introdotto la prima soluzione per punti vendita Mobitex, un convertitore di protocollo che si interfacciava con apparecchiature terminali esistenti per punti vendita per consentire la comunicazione wireless.

Nel 1993, RIM ha introdotto RIMGate, il primo gateway Mobitex X.25 per uso generico.

Nello stesso anno, RIM ha lanciato Ericsson Mobidem AT e il modem wireless Intel contenente il firmware del modem RIM.

Nel 1994, RIM, ha introdotto il primo terminale mobile per punti vendita Mobitex.

Nello stesso anno, RIM ha ricevuto l’Emmy Award for Technical Innovation e il KPMG High Technology Award

Nel 1995, RIM è stata finanziata da investitori istituzionali e di capitale di rischio canadesi attraverso un collocamento “privato” nella società “privata”.

Working Ventures Canadian Fund Inc. ha guidato il primo ciclo di avventura con un investimento di 5 milioni di dollari canadesi, i cui proventi sono stati utilizzati per completare lo sviluppo dell’hardware e del software del sistema cercapersone a due vie di RIM.

Un totale di 30.000.000 di dollari canadesi di finanziamenti pre-IPO è stato raccolto dalla società prima della sua offerta pubblica iniziale alla Borsa di Toronto nel gennaio 1998 con il simbolo RIM.

Nel 1996, RIM ha introdotto il cercapersone interattivo, il primo cercapersone di messaggistica bidirezionale e il modem radio OEM RIM 900.

L’azienda ha collaborato con RAM Mobile Data ed Ericsson per trasformare la rete dati wireless Mobitex sviluppata da Ericsson in una rete cercapersone bidirezionale e di posta elettronica wireless.

Nel 1999, RIM ha introdotto il cercapersone BlackBerry 850, così chiamato in riferimento alla somiglianza dei tasti della sua tastiera con le druplets del frutto della mora, il dispositivo può ricevere e-mail push da un server Microsoft Exchange utilizzando il suo software server complementare, BlackBerry Enterprise Server (BES).

L’introduzione del BlackBerry ha posto le basi per i futuri prodotti aziendali, come il BlackBerry 957 nell’aprile 2000, il primo smartphone BlackBerry.

La piattaforma BlackBerry OS e BES hanno continuato ad aumentare le funzionalità, mentre l’incorporazione della crittografia e del supporto S/MIME ha aiutato i dispositivi BlackBerry a ottenere un maggiore utilizzo da parte di governi e aziende.

Durante l’anno fiscale 1999-2001, le attività totali dichiarate nel bilancio del RIM sono cresciute di otto volte a causa della massiccia espansione della capacità.

2001–2011: espansione globale e concorrenza

RIM iniziò presto a introdurre anche i dispositivi BlackBerry destinati al mercato consumer, a cominciare dal BlackBerry Pearl 8100, il primo telefono BlackBerry a includere funzionalità multimediali come una fotocamera.

L’introduzione della serie Pearl ha avuto un grande successo, così come la successiva serie Curve 8300 e Bold 9000.

Ampie partnership di vettori hanno alimentato la rapida espansione degli utenti BlackBerry a livello globale sia nei mercati aziendali che di consumo.

Nonostante l’arrivo del primo Apple iPhone nel 2007, BlackBerry ha sostenuto una crescita della quota di mercato senza precedenti fino al 2011.

L’introduzione dell’iPhone di Apple sulla rete AT&T nell’autunno del 2007 negli Stati Uniti ha spinto RIM a produrre il suo primo smartphone touchscreen nel 2008: BlackBerry Storm.

The Storm ha venduto bene, ma ha sofferto di recensioni da miste a negative e scarsa soddisfazione dei clienti.

L’iPhone inizialmente è rimasto indietro rispetto al BlackBerry sia nelle spedizioni che negli utenti attivi, a causa del vantaggio di RIM e della più ampia rete di distribuzione dei vettori.

Negli Stati Uniti, la base di utenti BlackBerry ha raggiunto il picco di circa 21 milioni di utenti nell’autunno del 2010.

In quel trimestre, la base di abbonati ammontava a 36 milioni di utenti, mentre l’iPhone e Google Android hanno accelerato la crescita negli Stati Uniti, il BlackBerry ha iniziato a rivolgersi ad altre piattaforme per smartphone.

Tuttavia, la linea BlackBerry nel suo complesso ha continuato a riscuotere successo, spinta da una forte crescita internazionale.

Al 1 ° dicembre 2012, l’azienda aveva 79 milioni di utenti BlackBerry in tutto il mondo e solo 9 milioni rimanevano negli Stati Uniti.

Anche se la società ha continuato a crescere in tutto il mondo, gli investitori e i media sono diventati sempre più allarmati sulla capacità dell’azienda di competere con i dispositivi dei sistemi operativi mobili rivali iOS e Android.

Gli analisti erano anche preoccupati per la direzione strategica della struttura gestionale dei co-CEO.

Nel giugno 2014, la CNN ha pubblicato un articolo che citava BlackBerry come uno dei sei marchi statunitensi-canadesi in via di estinzione.

A seguito di numerosi tentativi di aggiornare la loro piattaforma Java esistente, la società ha effettuato numerose acquisizioni per aiutarla a creare una nuova e più potente piattaforma BlackBerry, incentrata sul suo sistema operativo in tempo reale QNX recentemente acquisito.

Nel marzo 2011, l’allora co-CEO di Research In Motion Ltd. Jim Balsillie ha accennato, durante una teleconferenza, il “lancio di alcuni nuovi potenti BlackBerry” (alla fine rilasciato come BlackBerry 10) sarebbe stato all’inizio del 2012.

La data di lancio iniziale è stata vista in retrospettiva come troppo ambiziosa e ha danneggiato la credibilità dell’azienda in un momento in cui i suoi prodotti obsoleti esistenti perdevano costantemente quote di mercato.


Il 27 settembre 2010, RIM ha annunciato il tablet BlackBerry PlayBook a lungo vociferato, il primo prodotto in esecuzione sulla nuova piattaforma QNX nota come BlackBerry Tablet OS.

Il BlackBerry PlayBook è stato ufficialmente rilasciato ai consumatori statunitensi e canadesi il 19 aprile 2011.

Il PlayBook è stato criticato per essere stato lanciato sul mercato in uno stato incompleto e venduto male.

A seguito delle spedizioni di 900.000 tablet durante i primi tre trimestri sul mercato, le vendite lente e gli accumuli di scorte hanno spinto la società a ridurre i prezzi e ad annotare il valore delle scorte di 485 milioni di dollari.

2011-2015: cambiamenti strategici e ristrutturazioni

Il rallentamento della crescita hanno spinto l’azienda a licenziare 2.000 dipendenti nell’estate del 2011.

Nel settembre 2011, il BlackBerry Internet Service dell’azienda ha subito un blackout che ha creato problemi su milioni di clienti per diversi giorni.

L’interruzione si è verificata in modo imbarazzante mentre Apple si preparava a lanciare l’iPhone 4S, causando timori di defezioni di massa dalla piattaforma, poco dopo, nell’ottobre 2011, RIM ha presentato BBX, una nuova piattaforma per i futuri smartphone BlackBerry che sarebbe basata sulla stessa piattaforma QNX del PlayBook.

Tuttavia, a causa di un’accusa di violazione del marchio riguardante il nome BBX, la piattaforma è stata ribattezzata BlackBerry 10.

Il compito si è rivelato scoraggiante, con la società che ha ritardato il lancio nel dicembre 2011 a qualche tempo nel 2012.

Il 22 gennaio 2012, Mike Lazaridis e Jim Balsillie si sono dimessi da amministratori delegati della società, affidando le redini al dirigente Thorsten Heins.

Il 29 marzo 2012, la società ha riportato la sua prima perdita netta.

Heins ha intrapreso il compito di ristrutturare la società, tra cui l’annuncio di piani per licenziare 5.000 dipendenti, sostituire numerosi dirigenti e ritardare una seconda volta il nuovo sistema operativo per telefoni basato su QNX (“BlackBerry 10”) a gennaio 2013

BlackBerry 10

Dopo molte critiche e numerosi ritardi, RIM ha lanciato ufficialmente BlackBerry 10 e due nuovi smartphone basati sulla piattaforma BlackBerry Z10 e Q10, il 30 gennaio 2013.

Un netto allontanamento dai precedenti telefoni BlackBerry, lo Z10 presentava un design completamente touchbased, un processore dualcore e un display ad alta definizione.

Discutendo la decisione di creare un sistema operativo di proprietà invece di adottare una piattaforma standard come Android, Heins ha osservato:

“Se si guarda alla capacità di differenziazione di altri fornitori, c’è pochissimo margine di manovra.

Abbiamo esaminato seriamente la questione, ma se capisci qual è la promessa di BlackBerry alla sua base di utenti, si tratta solo di portare a termine le cose.

Giochi, media, dobbiamo essere bravi, ma dobbiamo supportare coloro che sono in anticipo sul gioco.

Pochissimo tempo per consumare e apprezzare i contenuti: se rimani fedele a questo scopo, devi costruire qualcosa su quella base.

E se vogliamo servire quel segmento non possiamo farlo con un approccio.

” Direttore operativo Kristian Tear ha commentato “:

Vogliamo riconquistare la nostra posizione di numero uno al mondo”, mentre il Chief Marketing Officer Frank Boulben ha proclamato “Potrebbe essere il più grande ritorno nella storia della tecnologia.

I vettori sono dietro di noi. Non vogliono un duopolio” (riferito ad Apple e Samsung).

Durante l’evento di lancio di BlackBerry 10, la società ha anche annunciato che avrebbe cambiato il proprio marchio pubblico da Research In Motion a BlackBerry.

Mentre un voto degli azionisti su un cambio di nome ufficiale in BlackBerry Limited si terrà durante la sua prossima assemblea generale annuale, i suoi simboli ticker su TSX e NASDAQ sono cambiati rispettivamente in BB e BBRY il 4 febbraio 2013.

Il 12 agosto 2013 la società ha annunciato che era aperta all’acquisto e ha dichiarato in un comunicato stampa ufficiale agli amministratori di titoli canadesi:

Il consiglio di amministrazione dell’azienda ha formato un comitato speciale per esplorare alternative strategiche per aumentare il valore e aumentare le utenze al fine di accelerare l’implementazione di BlackBerry 10.

Queste alternative potrebbero includere, tra le altre, possibili joint ventures, partnership strategiche o alleanze, una vendita della Società o altre possibili transazioni.

2015: transizione del software

Nel primo trimestre dell’anno fiscale 2015, Chen ha dichiarato:

“Questo è, ovviamente, l’inizio del nostro compito e speriamo di essere in grado di riportare risultati migliori in futuro.

” Quartz ha riferito che le azioni sono aumentate del 30%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre Chen ha espresso entusiasmo per il rilascio di due nuovi telefoni, entrambi con tastiera e touch screen, nella seconda metà del 2014.

Nel settembre 2015, Chen ha presentato BlackBerry Priv, uno smartphone con dispositivo di scorrimento della tastiera che utilizza il sistema operativo Android con miglioramenti software sviluppati da BlackBerry, tra cui un bootloader sicuro, crittografia dell’intero disco, protezione dell’integrità e BlackBerry HUB. Acquisizioni strategiche

Durante questo periodo, BlackBerry ha anche ampliato la sua offerta di software e servizi con diverse acquisizioni chiave.

Questi includevano la società di sicurezza dei file WatchDox, il leader delle comunicazioni di crisi AtHoc, e il fornitore rivale di EMM Good Technology.

Trefis, un team di analisti e collaboratore di Forbes, ha definito Good “una buona soluzione strategica per il business del software BlackBerry”, osservando che l’acquisizione “aiuterebbe a migliorare il supporto EMM multipiattaforma di BlackBerry e attirare una base di clienti relativamente ampia e diversificata, aiutando anche a guidare la crescita incrementale dei ricavi “.

Ha inoltre osservato che l’acquisizione, la più grande nella storia di BlackBerry, indicava l’impegno dell’azienda per un piano di turnaround incentrato sul software.

Nel gennaio 2016, Chen ha dichiarato che BlackBerry non aveva in programma di sviluppare nuovi dispositivi con BlackBerry 10 e che la società avrebbe rilasciato due nuovi dispositivi Android al massimo durante il 2016.

BlackBerry ha anche annunciato il rilascio di Good Secure EMM Suites, consolidando i prodotti WatchDox e Good Technology in diverse offerte a più livelli insieme al software esistente.

Partnership di licenza hardware

BlackBerry ha annunciato il DTEK50, uno smartphone Android di fascia media, il 26 luglio 2016.

DTEK50 era una versione ribattezzata di uno smartphone esistente, l’Alcatel Idol 4 prodotto da TCL Corporation, un partner hardware dell’azienda.

Il primo di questi partner era BB Merah Putih, una joint venture in Indonesia.

Chen ha affermato che la società “non era più solo smartphone, ma smart nel telefono”.

Il 15 dicembre 2016, BlackBerry annuncia un accordo con TCL per produrre smartphone a marchio BlackBerry.

Raggiunge l’ accordo con Optiemus Infracom per la produzione di dispositivi in: India e nei mercati limitrofi, tra cui Sri Lanka, Nepal e Bangladesh.

TCL ha rilasciato BlackBerry KeyONE e BB Merah Putih ha rilasciato BlackBerry Aurora.

Consulenza sulla sicurezza informatica

Nel febbraio 2016, BlackBerry ha acquisito la società di sicurezza informatica Encription con sede nel Regno Unito, con l’intenzione di espandersi nel settore della consulenza sulla sicurezza.

Successivamente ha rilasciato BlackBerry SHIELD, un programma di valutazione del rischio IT per i suoi clienti aziendali.

Nell’aprile 2017, la divisione cybersecurity di BlackBerry ha collaborato con Allied World Assurance Company Holdings, un fornitore globale di assicurazioni e riassicurazioni.

Questo accordo ha visto lo strumento di autovalutazione SHIELD di BlackBerry integrato nella soluzione di gestione dei rischi informatici FrameWRX di Allied World.

BlackBerry Secure

L’8 dicembre 2016, ha annunciato il rilascio di BlackBerry Secure.

Presentato come una “piattaforma di protezione mobile completa per l’Enterprise of Things”.

BlackBerry Secure approfondisce ulteriormente l’integrazione tra le acquisizioni di BlackBerry e il suo portafoglio principale.

Secondo Forbes, riunisce tutti i prodotti BlackBerry “sotto un unico ombrello”.

Il 7 febbraio 2017, ha annunciato la creazione di BBM Enterprise SDK, uno strumento di sviluppo Communication-Platform-as-a-Service.

Enterprise SDK consente agli sviluppatori di incorporare la funzionalità di messaggistica di BBM Enterprise nelle loro applicazioni.

Ha rilasciato ai partner di BlackBerry il 21 febbraio 2017 e lanciato ufficialmente il 12 giugno 2017.

Sempre nel febbraio 2017, la società di analisi 451 Research ha pubblicato un rapporto sul miglioramento della posizione finanziaria e della focalizzazione sul prodotto.

Il rapporto ha identificato la posizione di BlackBerry nell’Internet of Things e la sua strategia di licenza dei dispositivi come punti di forza.

Ha inoltre evidenziato BBM Enterprise SDK, insieme a diverse sfide che l’azienda deve ancora affrontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *